COME SCELGO IL DENTISTA?

QUALCHE CONSIGLIO UTILE PER UNA BUONA SCELTA

Quando dobbiamo affidarci alle cure di un dentista, in base a cosa lo scegliamo? Spesso per conoscenza, molto spesso per raccomandazione, in altri casi per la pubblicità o comunicazione delle varie strutture. Magari andiamo e possiamo trovarci bene come no, nel senso che la valutazione è altamente soggettiva ed essendo noi diversi uno dall’altro, possiamo apprezzare delle cose che altri non apprezzano e viceversa. Nulla di più vero.

Le sensazioni sono molto importanti. Sentirsi a proprio agio nell’ambiente e con le persone che ci circondano è una cosa fondamentale per percepire quel senso di qualità che ci fa star bene. Nei gusti personali troviamo un’infinità di variabili, e questi saranno fattori che ci portano a scegliere un dentista o uno studio piuttosto che un altro. Qualche consiglio utile però che può servire per la vostra scelta ci permettiamo di darvelo. A cosa prestare attenzione o che strumento posso avere in più per operare una buona scelta?

Riportiamo un assunto del nostro studio Sorrisi di Pordenone che speriamo vi possa essere utile prima di tutto per fare una buona scelta o meglio una scelta intelligente.

“Promuoviamo in campo odontoiatrico l’eccellenza accessibile , ovvero offrire cure e soluzioni tecniche di altissimo livello al miglior rapporto qualità/prezzo. Eccellenza sostenibile sotto ogni punto di vista. Le soluzioni dei piani di cura devono essere infatti clinicamente sostenibili ed economicamente sostenibili. Amiamo offrire le migliori soluzioni  ma non possiamo ignorare i prezzi, e questi devono essere trasparenti e comprensibili, che vadano incontro alle esigenze del paziente. Per questo adottiamo una comunicazione corretta, completa e trasparente.

Sappiamo che il costo della qualità spesso non è un problema, ma deve essere spiegato e compreso, soprattutto è giusto distinguere e chiarire quali siano i trattamenti indispensabili e quali opzionali.

Per permetterci tutto ciò, è fondamentale per noi sondare le aspettative del paziente. Obiettivi ben definiti e condivisi aiutano entrambi alla riuscita del percorso clinico. Come?

Attraverso una visita approfondita con osservazione specifica di tutta la bocca (denti, gengive…) che non può durare meno di trenta minuti, un ortopantomografia se necessaria ed un seguente colloquio con il paziente su quanto riscontrato. Suggeriamo, che un buon medico solo dopo la visita ascolta i motivi che hanno spinto il paziente a recarsi dal dentista.

In questa fase per noi è molto utile conoscere lo stato di ansia del paziente, che può essere lieve (nel 60% dei casi), con sintomi specifici (26%) e casi in cui si manifesta  una vera e propria fobia (10%). Con questa conoscenza possiamo gestire al meglio il rapporto medico/paziente sul piano emotivo. 

Offriamo tempestivamente una prima visita conoscitiva, senza impegno e che va incontro anche alle esigenze di orario, perché capiamo il valore del tempo.”

Speriamo di avervi offerto qualche strumento in più per poter scegliere in maniera più attenta ed intelligente il vostro dentista. Per altre informazioni utili leggete gli altri articoli e visitate il nostro sito.

Le persone attente scelgono bene. 

PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA
DI CONTROLLO GRATUITA!

Oppure chiamaci al tel. 0434 241808

VUOI RIMANERE INFORMATO SULLE OFFERTE E NOVITÀ DELLO STUDIO?

Iscriviti alla nostra newsletter e sari sempre il primo a conoscere le nostre iniziative!