OTTURAZIONI MERCURY FREE

Nella tua bocca hai delle otturazioni in amalgama?
Allora leggi qui, questo articolo ti può interessare.

Sorrisi Centro di Odontoiatria Avanzata promuove soluzioni tecniche con materiali “Mercury free” e “Metal free” che vanno incontro alle esigenze dei pazienti che si affidano all’odontoiatria più moderna.

Da anni ormai si parla dei presunti problemi legati all’amalgama utilizzata per le otturazioni. Prima di tutto , da che materiali è composta? Solitamente da mercurio, legato a piombo, rame, zinco o argento. Si pensa che il piombo sia il materiale utilizzato in misura maggiore, di fatto invece è il mercurio. Questa amalgama è stata utilizzata per molto tempo per realizzare le otturazioni, molti di noi ne avranno in bocca, specialmente le generazioni più adulte. La domanda che ora ci poniamo è: sono sicure queste otturazioni?

Negli ultimi anni si sono susseguiti speciali televisivi, editoriali e articoli di approfondimento riguardo l’argomento, ricordiamo la trasmissione Report addirittura nel 97. Perché suscita tanto interesse? L’amalgama in metallo è stata utilizzata normalmente, diciamo, in campo odontoiatrico. L’utilizzo di questi compositi non può essere legato direttamente a dei disturbi, ovvero non è accertato che avere in bocca queste otturazioni portino direttamente a dei disturbi, detto questo però molte persone con vari sintomi di fatto avevano in bocca dell’amalgama con il mercurio. Sintomi di disturbi di vario genere che possono andare dall’intolleranza allergica del materiale a propri e veri disturbi con effetti neurologici come la perdita di memoria, il nervosismo, il mal di testa e i tremori. Il soggetto, in un quadro di intossicazione acuta da mercurio, potrebbe soffrire di debolezza muscolareipotiroidismo e problemi che coinvolgono il sistema immunitario, in alcuni casi da diagnosticare addirittura la sclerosi multipla.

Quanto mercurio c’è in una otturazione di un molare? Secondo le tabelle riguardo l’inquinamento ambientale, il mercurio utilizzato in una otturazione gettata in uno stagno di medie dimensioni, fa superare i livelli di sicurezza, e come si sa già, il mercurio è un elemento altamente inquinante, vedi il disastro ambientale di Minamata in Giappone.

E’ sicuro quindi averlo in bocca? Il mercurio presente nelle otturazioni viene considerato inerte, quindi non dovrebbe portare problemi. Alcuni sostengono invece che comunque una piccolissima parte si dissolva in forma aerea all’interno dell’organismo tramite lo sfregamento e la sollecitazione meccanica del materiale. Sarebbe questo il problema. Di fatto dopo i numerosi dibattiti, il ministero della Salute con delibera del 10 ottobre 2001 voluta dal Ministro Sirchia decreta:

Considerato che l’emissione di vapori di mercurio in corso di preparazione degli amalgami dentali preparati in forma libera e’ suscettibile di compromettere la salute degli utilizzatori e dei pazienti;

Considerato il rischio di sovradosaggio in mercurio degli amalgami preparati da leghe metalliche e da mercurio preparato in forma libera;

Considerato che l’esistenza sul mercato di amalgami preparati sotto forma di capsule predosate permette di ridurre le emissioni di vapore di mercurio in corso di preparazione dell’amalgama dentale e di standardizzare la quantita’ di mercurio aggiunta alla lega e che, di conseguenza, non e’ giustificato mantenere sul mercato gli amalgami dentali non preparati sotto forma di capsule predosate;

Considerato altresi’ che l’incidenza dell’allergia al mercurio e’ in incremento, anche se non ci sono dimostrazioni che questa osservazione valga anche per i pazienti portatori di otturazioni in amalgami in mercurio;

Considerato che la sostituzione degli amalgami dentali con altri materiali non e’ giustificata perche’ questi non mostrano un livello di sicurezza e durata superiore a quello degli amalgami;

Considerato comunque che esiste sia il problema di sottogruppi di popolazione particolarmente   suscettibili   (bambini,   donne   in gravidanza, ecc.) da tutelare maggiormente, sia quello di particolari situazioni che possono esporre a picchi di Hg anche importanti;

Considerato che un aspetto che deve indurre cautela e’ quello dell’esistenza per la popolazione generale di fonti multiple di esposizione   al mercurio: alimentazione, ecodispersione, uso di farmaci;

Considerato che gli utilizzatori e, se del caso, i pazienti, devono essere informati delle precauzioni di impiego da osservare;

Ritenuto   di  vietare   in   via   cautelare   l’utilizzazione, l’importazione e l’immissione in commercio di amalgama non preparata in forma predosata;

Ritenuto   di definire raccomandazioni e limitazioni d’uso in particolari situazioni; Decreta: Art. 1.

  1. E’ vietata l’utilizzazione, l’importazione e l’immissione in commercio   sul   territorio italiano degli amalgami dentali non preparati sotto forma di capsule predosate.

         

Riassumendo viene quindi riconosciuto il fatto che ci possano essere dei rischi e problemi e come prima precauzione quella di non utilizzare (come verrà espresso tempo dopo, portando a medio rischio l’utilizzo stesso del materiale) tale tipo di soluzione nei bambini e nelle donne in gravidanza. Potremmo dedurre che tanto bene non fa. Ma come è giusto ripetere, la pericolosità del materiale risiede nella sua volatilità.

Se ho già delle otturazioni in amalgama cosa mi consigliate di fare? Le tengo o le sostituisco? Visto quanto detto finora, non bisogna per forza sostituirle. Se non accusate particolari disturbi neurologici o cognitivi probabilmente il mercurio in questo momento non vi da noia. Se invece ne accusate allora potreste capire se la causa è quella. L’importante da sottolineare è la procedura di rimozione, che deve essere eseguita attraverso un preciso protocollo di sicurezza. Il mercurio una volta rimosso e destabilizzato deve essere aspirato dalle pompe di aspirazione e subito destinato allo smaltimento in appositi sistemi di raccolta. E’ proprio nella forma volatile che diventa maggiormente pericoloso.

Perché sostituirle? Adesso si utilizzano compositi diversi per le otturazioni, biocompatibili e biomimetici, ovvero dall’estetica “naturale” a fatica riconoscibili. Se spalancate la bocca e vedete delle grosse macchie nere, quelle sono le vecchie otturazioni, con delle otturazioni biomimetiche invece i vostri denti saranno tutti bianchi. Quindi in sintesi le otturazioni potrebbero essere sostituite per un discorso di prevenzione salutare togliendosi quindi il dubbio sul fatto che possiamo avere una bomba ad orologeria in bocca e/0 per motivi estetici. In entrambi i casi sono motivazioni giustificate, per chi ha un’età compresa tra i 30 ed i 50 anni potrebbe essere una spesa intelligente da affrontare.

Sorrisi Centro di Odontoiatria Avanzata ti aspetta a Pordenone per una visita gratuita, chiamate pure lo 0434.241808 oppure compilate il form qui sotto per prenotare un appuntamento.

PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA
DI CONTROLLO GRATUITA!

Oppure chiamaci al tel. 0434 241808

VUOI RIMANERE INFORMATO SULLE OFFERTE E NOVITÀ DELLO STUDIO?

Iscriviti alla nostra newsletter e sari sempre il primo a conoscere le nostre iniziative!