Endodonzia

La prima regola è preservare il più possibile il dente naturale.

All’interno del dente si trova un delicato tessuto chiamato polpa, costituita da vasi sanguigni, tessuto nervoso e tessuto connettivo, protetto dai tessuti duri più esterni, la dentina e lo smalto. Quando viene danneggiata da una carie o a seguito di un trauma, la polpa deve essere rimossa e l’interno del dente deve essere accuratamente disinfettato per essere poi otturato: è questo in sintesi il trattamento endodontico, conosciuto anche come cura canalare o, più comunemente, “devitalizzazione”. Alla terapia, che viene utilizzata nel caso di infezioni acute della polpa ed ha quindi un ruolo decisivo nella conservazione del dente naturale,  riserviamo una particolare attenzione poichè rappresenta spesso l’ultima possibilità prima di un’estrazione dentaria,.

Anche in questo campo la ricerca ha portato all’introduzione di nuovi materiali e di strumenti e tecniche innovative che ci consentono di salvare elementi dentari che solo pochi anni fa sarebbero stati estratti. Una strumentazione Nickel-Titanio associata alla tecnologia reciprocante permette la devitalizzazione attraverso l’utilizzo di un unico strumento (quando l’anatomia del dente lo permetta) con una drastica diminuzione dei tempi e dello stress del paziente mantenendo un elevato standard qualitativo. Inoltre, a differenza di tecniche classiche, il sistema reciprocante prevede l’utilizzo di strumenti rotanti monouso con il vantaggio di sterilità assicurata e l’efficacia di uno strumento sempre nuovo.

PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA
DI CONTROLLO GRATUITA!

Oppure chiamaci al tel. 0434 241808